Asset Publisher

null Terza Assemblea del Forum Bambini e Mass Media – 23 e 24 novembre a Bari

Del 23/11/2017
Informazioni

Terza Assemblea del Forum Bambini e Mass Media – 23 e 24 novembre a Bari

Il 23 e 24 novembre 2017, nella Sala Aldo Moro dell’Università degli Studi di Bari, il garante regionale Ludovico Abbaticchio  parteciperà alla terza assemblea nazionale del Forum Bambini e Mass Media, sul tema “Dipendenze e patologie della comunicazione massmediale. L’esigenza di sperimentare”. 
Si approfondiranno le tematiche dei rischi, anche nella sfera emozionale e dei comportamenti dei nativi digitali, aprendo la discussione su etica e sperimentazione, attraverso il dialogo innanzitutto con i ragazzi. 
E’ questa la caratteristica principale del Forum: il confronto alla pari tra giornalisti, comunicatori, esperti, ricercatori, educatori e delegazioni di ragazzi di una decina di scuole di Bari, per trovare un linguaggio comune per capirsi e capire dove stiamo andando. 
L’evento è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio regionale della Puglia.

Sperimentare è la parola chiave della terza assemblea nazionale del Forum Bambini e Mass Media che si terrà nella Sala Aldo Moro dell’Università di Bari il 23 e 24 novembre 2017 sul tema “Dipendenze e patologie della comunicazione massmediale. L’esigenza di sperimentare.”
Denunciare le negatività è importante soprattutto se si parla di nuove generazioni, che hanno necessità primaria di sviluppare gli anticorpi ad un sistema che favorisce il mercato e mortifica la persona. Ma preoccuparsi del cambiamento è ancor più importante. Per cambiare occorre sperimentare nuovi linguaggi, non solo nella forma, ma nell’essenza stessa della comunicazione, che è relazione tra persone. Occorre che forma e contenuto siano armonici nel condividere i fondamenti di verità, indipendenza, autonomia e centralità della persona.  Sperimentare dunque è una esigenza imprescindibile per cambiare, per superare le tante negatività, per offrire uno sguardo nuovo alla vita delle comunità reali o virtuali che siano, intendendo la virtualità come parte reale della vita quotidiana di milioni di persone.
           
"Già il fatto di sperimentare nuovi linguaggi che abbiano i bambini come stella polare, perché per loro ci siano solo condizioni di sana crescita della persona come ricorda la Dichiarazione dell’ONU per i Diritti del Fanciullo del novembre del 1959, ancora abbondantemente inattuata, ci indirizza su un cammino etico in cui le scelte siano meditate e condivise con responsabilità da curatori e fruitori della comunicazione.
Etica e sperimentazione è un binomio che si sposa con le virtù del coraggio e della sapienza. Interrogarsi tutti su questi temi oggi è vivere il proprio ruolo di professionisti, educatori, ricercatori, internauti e cross mediali, alla luce del cambiamento necessario per non vivere di patologie e dipendenze frutto del sistema massmediale.
Una sperimentazione senza etica è inutile, sterile. Rischia di diventare essa stessa una patologia. Si pensi all’uso insano delle neuroscienze nel marketing.
Ecco perché la terza assemblea del Forum Bambini e Mass Media ha scelto di approfondire le tematiche dei rischi, anche nella sfera emozionale e dei comportamenti dei nativi digitali, ma di aprire la discussione su etica e sperimentazione, attraverso il dialogo innanzitutto con i ragazzi.
E’ questa la caratteristica principale del Forum: il confronto alla pari tra giornalisti, comunicatori, esperti, ricercatori, educatori e delegazioni di ragazzi di una decina di scuole di Bari, per trovare un linguaggio comune per capirsi e capire dove stiamo andando." (Enzo Quarto)