Asset Publisher

null ConversanoViolenza sulle donne il liceo San Benedetto risponde con Novembre in rosso

Del 17/11/2015
Informazioni

Conversano:“Violenza sulle donne”, il liceo San Benedetto risponde con “Novembre in rosso”

“Novembre in rosso”, è questo il titolo dell’iniziativa promossa ed organizzata dal Liceo San Benedetto di Conversano sul mese di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. "E’ il nostro modo di dire NO alla violenza di genere – dicono i promotori – perché siamo convinti che la sensibilizzazione su questo tema sia il primo passo per diffondere la cultura della legalità e della non violenza". Nell’ambito dell’iniziativa sono previste letture, ricerche e approfondimenti, visioni di film e spettacoli teatrali, incontri con autori e momenti di riflessione. "La violenza contro le donne – si legge nella presentazione al programma – è manifestazione di una disparità storica nei rapporti di forza tra uomo e donna". Tale disparità ha portato al dominio dell’uomo sulle donne impedendo per secoli un vero e proprio progresso della loro condizione. Solo tra XIX e XX secolo si afferma il processo di emancipazione femminile che, affrancando le donne dalla condanna positivista a una loro presunta inferiorità biologica, minaccia i tradizionali rapporti tra i sessi. Tale processo si accompagna nel novecento a una crescente visibilità sociale delle donne, mentre donne scrittrici e artiste riescono a conquistare una loro autonomia e talora il successo. Questo percorso di lettura propone pagine tratte da romanzi italiani del Novecento in cui la disparità di forza tra uomo e donna assume le forme della violenza sessuale, rappresentata ora come vergogna e disonore (Artemisia), ora come punizione per una colpa indecifrabile, quasi un “appuntamento terribile” al quale si è predestinati dal principio del mondo (La storia), ora come accettazione passiva e dovere (Una donna), ora, più drammaticamente, come menomazione fisica (La lunga vita di Marianna Ucrìa), o profanazione sacrilega (La ciociara). A volte, come dimostrano alcuni di questi romanzi , proprio la violenza subita spinge la donna a prendere coscienza della propria condizione e a iniziare un percorso di liberazione personale. In questo senso, attraverso l’autorappresentazione che le donne (autrici e personaggi) offrono di sé nella ricerca di una identità autonoma e di una voce propria, queste opere documentano la progressiva messa in crisi, nell’immaginario del Novecento, dei ruoli tradizionali che vedono la donna costretta dal dominio maschile. Poiché, fatta eccezione per la Ciociara di Moravia, le altre opere sono tutte scritte da donne, il percorso vuole essere anche una prima occasione per comprendere il contributo specifico della scrittura femminile alla civiltà letteraria del Novecento.  Giovedì 3 Dicembre, dalle ore 17.OO alle ore 19.00 alla tavola rotonda sul tema "La scuola e le azioni di contrasto alla violenza di genere" evento conclusivo di "NOVEMBRE in ROSSO", parteciperà la Garante regionale dei diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, dott.ssa Rosy Paparella. La tavola rotonda conclude la seconda edizione della manifestazione che ha impegnato allíevi edocenti del Liceo San Benedetto in un approfondito dibattito e vuole essere un momento di riflessione comune su un tema che non può trovare indifferenti gli educatori e le istituzioni.
 

Nome documento Data
 invito seminario finale.pdf
(dimensione:53Kb)

17/11/2015