Asset Publisher

null CONVEGNO - "L'AIUTO RENDE BELLI: LA BELLEZZA ED IL SUO RUOLO SOCIALE NEL CONTESTO DELLE NUOVE GENERAZIONI"

Del 16/11/2016
Informazioni

CONVEGNO - "L'AIUTO RENDE BELLI: LA BELLEZZA ED IL SUO RUOLO SOCIALE NEL CONTESTO DELLE NUOVE GENERAZIONI"

Lo scorso venerdì 10 novembre 2016 c'è stata la premiazione del bando di concorso “L’aiuto rende belli”, ideato dall’ANEP Puglia e dedicato alla dott.ssa Paola Labriola, medico psichiatra uccisa da un paziente mentre prestata servizio presso un Csm di Bari. L’evento, tenutosi presso il Cineporto di Bari, ha visto la partecipazione attiva di molte istituzioni locali e del privato sociale sia durante l'organizzazione che durante lo svolgimento dell'evento.  
Nel corso della mattinata, prima della cerimonia di premiazione, si è tenuto un convegno dal titolo: "L'aiuto rende belli: la bellezza ed il suo ruolo sociale nel contesto delle nuove generazioni"  dal quale è emerso un messaggio importante che l'ANEP intende rilanciare su tutto il territorio.  Le nostre comunità locali hanno la necessità di ritrovare il loro ruolo educante, ed in questo, la capacità di aiutare, la bellezza di aiutare e non stigmatizzare l'orrore nelle relazioni.   
L'ANEP ringrazia il dott. Sebastiano Leo, assessore alla Formazione e Lavoro - Politiche per il lavoro, diritto allo studio, scuola, università, formazione professionale della regione Puglia,  la dott.ssa Francesca Bottalico, assessore al Welfare del comune di Bari, per la sua partecipazione sin dall’elaborazione del progetto “L’aiuto rende belli” e per il suo intervento, il dott. Antonio Rago dell’ufficio scolastico provinciale, il dott. Mario Loizzo, presidente del Consiglio regionale.  
Inoltre si ringraziano la prof.ssa Irma D’Ambrosio, dirigente scolastico dell’Iss “De NittisPascali” di Bari e i professori Massimo Zenga e Roberta Detoma, la prof.ssa Angela Borrelli, dirigente scolastico dell’Itet “E. Montale” di Rutigliano (BA) e il prof. Luigi Corinna; La scuola Ipsss “De Lilla” di Bari e la prof.ssa Sereno Loredana, la dott.ssa Rosy Paparella, Garante dei minori  della Regione Puglia, il prof. Antonello Bellomo, coordinatore del CDL Educazione Professionale di Foggia per aver moderato il convegno.  
Al convegno hanno partecipato anche la dott.ssa Giovanna Pontiggia  per conto dell’Ordine degli Psicologi Puglia, la dott.ssa Dina Munno per l’Ordine degli Assistenti Sociali di Puglia, la dott.ssa Teresa Petruzzelli ed il dott. Nicola Filippo Titta, presidente nazionale ANEP, che ha supportato l’associazione sin dal principio nell'organizzazione del convegno.  
Questi i commissari tecnici che hanno valutato gli spot partecipanti al concorso: dott. Vito Calabrese, dott. Paolo De Luca, dott. Guido Di Sciascio, dott. ApostolosPapazacharias, dott. Roberto Valente, dott. Luigi Gallo, dott.ssa Annamaria Maffei, dott. Ivan Ventura, dott. Raimondo Marinaro, dott. Vincenzo Dinisi, dott.ssa Teresa Petruzzelli, dott.ssa Chiara Curci, dott. Vincenzo Ardito, dott.ssa Ilaria Schino, dott.ssa Nicolaia Cinquepalmi, dott.ssa Michela Lopolito, dott. Michele Torres, dott. Antonio Cascarano, dott. Giuseppe Palmieri.  
La cerimonia si è conclusa con la premiazione del video “Le parole che non ti ho mai detto” realizzato dagli studenti dell’Itet “E. Montale” di Rutigliano (BA) che hanno vinto una borsa di studio del valore di 700 euro da utilizzare per la partecipazione a corsi professionali nel campo dell’audio visivo. Premiati anche i video "False azioni", “The eyes of heart”, “Oltre” con menzioni speciali.  
«Ringraziamo coloro i quali - dice Ivan Ventura, referente organizzativo della Sezione regionale della Puglia - attraverso la divulgazione dell’evento, hanno permesso di realizzare un convegno di ottimo rilievo sociale ed auspicando una prosecuzione del progetto negli anni venturi».