Asset Publisher

null 9 novembre 2017: Incontro con le Associazioni del Terzo e Quarto Settore per l'organizzazione e promozione di iniziative, in occasione della 28^ Giornata Mondiale dell'Infanzia e dell'Adolescenza

Del 15/11/2017
Informazioni

9 novembre 2017: Incontro con le Associazioni del Terzo e Quarto Settore per l'organizzazione e promozione di iniziative, in occasione della 28^ Giornata Mondiale dell'Infanzia e dell'Adolescenza

Presso la sede della Sezione Garanti Regionali, si è tenuto l’incontro, tra il Garante regionale dei Diritti dell’infanzia e l’Adolescenza Ludovico Abbaticchio, ed i rappresentanti delle Associazioni del Terzo e Quarto settore iscritti nel Registro Regionale per la formalizzazione di partnership. Oggetto dell’incontro è stata la condivisione, tra più soggetti, dell’organizzazione e promozione di iniziative da realizzarsi in occasione della 28^ Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza.  Il riferimento legislativo che supporta le attività da realizzarsi è l’art.2, c.2, l. d) del R.R. n. 23/2008,
La Giornata mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, stante l’ampio risalto che la stessa ha assunto negli anni nell’opinione pubblica, anche in ragione dell’ampia divulgazione da parte dei media, fornisce l’occasione per mettere in campo iniziative, anche articolate, che possano perseguire gli obiettivi di cui sopra. Per questo l’Ufficio regionale diritti del Minore, intende organizzare, presso l’Aula consiliare regionale, un’iniziativa propria per sensibilizzare i media e l’opinione pubblica sulle tematiche legate all’educazione alla salute nel periodo dell’adolescenza, alla situazione dei minori non accompagnati e al ruolo strategico ricoperto dalle organizzazione del terzo e quarto settore nell’acquisizione dei reali bisogni del territorio e nella gestione delle situazioni di disagio delle fasce più deboli.
Il Garante comunica ai rappresentanti degli Organismi partner che la tematica scelta sarà: “la città inclusiva”, e nella sua relazione, saranno presentate le linee di indirizzo programmatico dell’Ufficio da svilupparsi nel prossimo quinquennio. Le azioni immaginate interesseranno i sei capoluoghi delle province pugliesi e prevedranno laboratori, interventi nelle classi degli istituti scolastici, incontri di formazione e forum aperti alla libera partecipazione della cittadinanza in materia di educazione alla salute e alla sessualità, e su queste sarà necessario il sostegno e la collaborazione delle Associazioni
Il Garante, pertanto, intendendo avvalersi della collaborazione degli Organismi partner ha chiesto ai rappresentanti intervenuti all’incontro,  di far conoscere, entro il giorno 14 novembre c.m. eventuali proposte tese alla migliore riuscita dell’evento (testimonianze di tutori legali volontari o di minori, presentazione di progetti particolarmente significativi, esposizione di lavori realizzati dai minori nell’ambito di progetti organizzati dalle singole associazioni o di materiale informativo sulle attività svolte).