News

null Rischio di aborti tra le adolescenti

Del 24/10/2017
Informazioni

Rischio di aborti tra le adolescenti

Il Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Ludovico Abbaticchio interviene sulla situazione dell’interruzione di gravidanza in Puglia dichiara: “La funzione e la modernità della legge 194/78 è tuttora ben salda, ciò che è invece deficitaria, è la sua applicazione, infatti, in questi decenni, non è mai stata realizzata nella sua completezza ed articolazione.
La costante diminuzione del numero di medici non obiettori in Puglia (ad oggi solo 23 in tutta la regione) è legata non solo a questioni di carattere morale o religioso ma anche ad una non corretta funzione del servizio che vede il medico non obiettore del S.S.N. relegato in turni non inseriti all’interno di un percorso di crescita professionale.
Il mancato consolidamento della funzione dei consultori e l’assenza quasi totale di educazione alla sessualità ed alla contraccezione nelle scuole, rende sempre più alto il rischio di gravidanze indesiderate nella vita delle adolescenti. Non di rado purtroppo il rischio è riscontrabile nelle minorenni
La legge 194 /78 nella sua essenza, è una legge che promuove non solo la prevenzione dell’aborto attraverso la contraccezione ma contrasta l’aborto clandestino, un dramma che interessa soprattutto le adolescenti che, se non informate sui loro diritti previsti dalla Legge, diventano facile preda di un sistema clandestino criminale purtroppo ancora ben presente
Per cui, il mio invito è quello di applicare nella sua interezza la L. 194/78 in Puglia”