News

null "Rendere il cerchio della fiducia veramente sicuro per i bambini". 18 novembre Giornata europea per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali.

Del 17/11/2021

"Rendere il cerchio della fiducia veramente sicuro per i bambini". 18 novembre Giornata europea per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali.

Il Garante Regionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Ludovico Abbatcchio in occasione della Giornata europea per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, vuole sensibilizzare e promuovere una discussione aperta sulla necessità di prevenire lo sfruttamento e gli abusi sessuali sui minori e di proteggere i minori da questi crimini.

L’iniziativa annuale del Consiglio d'Europa che ricade nella giornata del 18 novembre quest’anno ha come tema centrale: "Rendere il cerchio della fiducia veramente sicuro per i bambini".

Infatti tutti gli studi riportano il dato che l’abuso si verifica principalmente nella cerchia di fiducia del bambino (a casa, a scuola o nella loro comunità) ed è inflitto da qualcuno che il bambino conosce, il che rende estremamente difficile per i bambini denunciare e superare tali abusi.

Un recente rapporto dell'Unicef ha stimato che l'abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori sono prevalenti in tutti i paesi del mondo e che 1 bambino su 8 a livello globale è stato abusato sessualmente o sfruttato ad un certo punto della sua vita. In Europa, si stima che circa 1 bambino su 5 sia vittima di una qualche forma di violenza sessuale e tra il 70 e l'85 % delle vittime minorenni conosce il proprio aggressore. Un terzo dei bambini abusati non racconta mai a nessuno dell'abuso. Le ragioni includono sentimenti di vergogna e senso di colpa, paura di non essere creduti, non sapere a chi dire o non essere in grado di riconoscere l'abuso.

Il numero di segnalazioni per quanto riguarda l'Unione europea (UE), è aumentato da 23 000 nel 2010 a oltre 725 000 nel 2019, con oltre 3 milioni di immagini e video. Secondo la Internet Watch Foundation, l’Europa – dove quasi il 90% di tale materiale è stato ospitato nel 2019 – è diventata la più grande schiera di materiale pedofilo (CSAM) al mondo. Questi sviluppi si sono ulteriormente intensificati con la pandemia di Covid-19, poiché durante i lockdown i bambini hanno trascorso più tempo online senza supervisione, il che li ha resi più vulnerabili allo sfruttamento

Dobbiamo anche nella nostra regione attuare una lotta più efficace contro gli abusi sessuali sui minori, definendo iniziative finalizzate ad attuare e sviluppare pienamente il quadro giuridico dell'UE, individuare le lacune rimanenti, rafforzare la risposta delle autorità di contrasto, rafforzare la prevenzione.

Un lavoro importante ed urgente che come Garante mi impegno a sviluppare con i referenti istituzionali, in primo luogo con gli uffici scolatici regionali per una educazione alla salute ed alla sessualità capillare ed efficace, con la polizia postale preziosissima per la cura e l’attenzione che riversa in questo settore e soprattutto a livello politico al fine di  assumere iniziative anche legislative in attuazione delle direttive europee.