Seguici su

Home / Comunicazione / News / 
Luci sulle spose bambine
imgDettaglio
Luci sulle spose bambine
06/03/2019
11 marzo 2019 - ore 17,30 - Palace Hotel - Bari - via Lombardi, 13
Strappate alle bambole, ai libri di scuola, alla spensieratezza dell’infanzia: ogni anno, nel mondo, 15 milioni di bambine e ragazze con meno di 18 anni sono costrette a diventare adulte prima del tempo, sposando uomini molto più grandi di loro. Sono i dati contenuti in un dossier di Terres des Hommes, presentato martedì, alla presenza del presidente del Senato, Pietro Grasso, nella Sala Capitolare del Convento di Santa Maria sopra Minerva, a Roma, in occasione della giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, istituita nel 2012 dalle Nazioni Unite.
Ogni due secondi, secondo lo studio dell’associazione, sul nostro pianeta, si celebra un matrimonio forzato, con conseguenze tragiche per la vita e la salute delle baby spose. Non solo la sofferenza atroce nel vedere i propri sogni sbriciolarsi sotto il peso di un destino segnato. Oltre all’aspetto psicologico c’è anche quello della salute fisica. Circa 70mila bambine e ragazze, infatti, muoiono ogni anno a causa del parto e delle complicazioni associate alle gravidanze precoci. Nel 2016 sono state 21 milioni le gravidanze tra le ragazze di età compresa tra i 15 e i 19 anni nei Paesi del Sud del mondo, circa metà delle quali non desiderate. Una pratica, quella dei matrimoni forzati che nuoce, inoltre, non soltanto alle vittime ma all’intera società. I dati evidenziati da un recente studio della Banca Mondiale, infatti, parlano chiaro: se questa pratica scomparisse entro il 2030 si risparmierebbero 566 miliardi di dollari grazie alla riduzione delle spese legate al welfare.

Il Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, Ludovico Abbaticchio, ne parlerà l'11 marzo alle 17,30 presso il Palace Hotel a Bari 

torna all'inizio del contenuto