Vai al portale del Consiglio Regionale della Puglia
accessibilità: Dimensione normale del testo Aumenta la dimensione del testo Aumenta al massimo la dimensione del testo Passa alla versione accessibile ad alto contrasto Versione grafica color OroVersione grafica color RossoVersione grafica color GialloVersione grafica color VerdeVersione grafica color Blu Avvia la lettura della pagina
Visualizza Feed RSS Visualizza la pagina di Youtube Visualizza la pagina di Facebook Visualizza la pagina di Twitter
Nascondi la colonna dei Menù Destra Menù destro Espandi la colonna dei Menù Destra
Le segnalazioni nella scuola: indicazioni pratiche per operatori scolastici
a cura di Maria Cristina Rizzo e Luca Monticchio
Tratto dalle "Prefazioni":

Gli autori di questo opuscolo, mettendo a frutto un ricco bagaglio di esperienze e una grande competenza, hanno inteso fornire agli operatori scolastici uno strumento semplice e chiaro in materia di segnalazioni. Lo sforzo perseguito è quello di rendere sempre più efficace l’azione in difesa dei minori che la scuola è chiamata a svolgere.

Il livello di attenzione che tutti gli operatori scolastici rivolgono alle manifestazioni di sofferenza e di disagio è oggi più elevato che mai. Non sempre, però, vi è piena conoscenza degli strumenti e delle procedure che è necessario attivare e, se pure raramente, vi è qualche forma di sottovalutazione che, dinanzi al carattere prioritario della tutela dei minori, non può essere consentita.

Nel richiamare le responsabilità di ognuno e nel fornire tutte le indicazioni necessarie per un corretto modo di operare, con il loro generoso impegno, i due autori, però, danno alla Scuola un altro messaggio, più che mai importante: nell’affrontare il delicato compito di prevenire ed impedire ogni forma di violenza a danno dei minori, nell’affrontare le situazioni di disagio e sofferenza, la Scuola non può essere e non è sola!

È un messaggio di cui la scuola ha più che mai bisogno, proprio mentre si trova a fronteggiare situazioni che si fanno di giorno in giorno più complesse.

La strada su cui bisogna procedere sempre più rapidamente è quella della messa in rete di tutti i soggetti che, a vario modo, operano nel sistema di protezione dei minori.

Tante sono già state le occasioni d’incontro e di confronto, oltre che di collaborazione tra tutti quanti i soggetti, ora è tempo che tutto questo venga portato a sistema e che le occasioni divengano strutture stabilmente impegnate in uno sforzo comune.

Solo cosi si possono mettere insieme tutte quelle competenze e quelle risorse che sono necessarie a garantire un’infanzia ed un’adolescenza serena a tutti i nostri bambini e a tutti i nostri ragazzi.

Dott.Vincenzo Nicolì
Dirigente Ufficio VI Ambito Territoriale per la Provincia di Lecce - USR-PUGLIA